domenica, Luglio 21

Fortissima scossa di terremoto magnitudo 7.0

Fortissima scossa di terremoto magnitudo 7.0

Terremoto violentissimo segnalato da tutti i sismografi internazionali. Momenti di grande paura per la popolazione: i primi aggiornamenti dalla zona colpita

Terremoto di Magnitudo 7.0. Momenti di Paura e Aggiornamenti dalla Zona Colpita

 

In una serata che resterà impressa nella memoria della popolazione, un terremoto di magnitudo 7.0 ha scosso la città di Almaty, situata in Kazakistan, al confine con la Cina. Le fonti del governo kazako, come riportato dalla Tass, hanno immediatamente fornito dettagli cruciali su questo evento sismico di ampia portata. La scossa, che ha avuto il suo epicentro nei pressi di Akqi, Repubblica Popolare di Cina, è stata registrata alle 19:09 ora italiana, inviando onde sismiche anche ad Almaty, distante oltre 200 km dal punto centrale.

 

Sviluppo:

 

L’impatto di questa violenta scossa si è fatto sentire anche nelle località circostanti, causando momenti di grande paura tra la popolazione. I primi aggiornamenti provenienti dalla zona colpita hanno evidenziato l’allarme generale, con molte persone che hanno temporaneamente abbandonato le proprie abitazioni per cercare rifugio in luoghi più sicuri.

I dati dettagliati forniti dal Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea attraverso il GDACS (Global Disaster Alert and Coordination System) hanno rivelato che la magnitudo del terremoto è stata di 7.0, con un’epicentro stimato nei pressi di Akqi, Repubblica Popolare di Cina. La profondità del sisma è stata approssimativamente di 27.4 km, caratterizzando questo evento come un terremoto di notevole intensità.

La Natura dei Terremoti:

Per comprendere appieno il fenomeno dei terremoti, è essenziale esaminare le dinamiche sottostanti che portano a tali manifestazioni violente della natura. I terremoti sono innescati da complesse interazioni nella crosta terrestre, la parte più esterna del nostro pianeta. Questa crosta è divisa in numerose placche, come pezzi di un intricato puzzle, con almeno sette di esse di dimensioni considerevoli e una dozzina più piccole. Queste placche si spostano lentamente sulla superficie terrestre, mosse da correnti convettive all’interno del mantello terrestre.

I margini delle placche, a causa delle tensioni accumulate nel tempo, sono spesso soggetti a intense pressioni che causano la rottura della roccia, dando origine alle faglie. Le faglie, grandi fratture nella crosta terrestre, sono responsabili dell’attivazione dei terremoti. Va notato che tali eventi possono manifestarsi sia in profondità, a oltre 50-70 km sotto la superficie, che in maniera più superficiale, portando potenzialmente a danni significativi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *