giovedì, Maggio 30

Italia, terremoto nella notte: la zona colpita

Italia, terremoto nella notte: la zona colpita

 

Un evento di risonanza tellurica ha scosso la penisola italiana nella notte del 7 Aprile 2024, aggiungendo un altro capitolo al libro delle convulsioni sotterranee che affliggono il nostro Paese.

In termini geofisici, il terremoto rappresenta un momento di destabilizzazione della crosta terrestre, originato dal repentino movimento di blocchi rocciosi nel sottosuolo

Questo movimento è la conseguenza delle forze tettoniche che operano incessantemente all’interno della crosta terrestre, generando una progressiva deformazione fino al superamento del punto di rottura, con conseguente rilascio di energia elastica in una regione interna del pianeta conosciuta come ipocentro.

Questo evento si verifica tipicamente lungo le faglie tettoniche, fratture preesistenti nella crosta. A seguito di tale frattura, si propagano onde elastiche, note come onde sismiche, che si diffondono radialmente dall’ipocentro, manifestandosi in superficie con l’epicentro, il punto sulla superficie terrestre situato direttamente sopra l’ipocentro, che è generalmente il punto più colpito dal sisma.

CONTINUA  A LEGGERE NELLA SECONDA PAGINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *