venerdì, Giugno 14

Terremoto nella notte, scossa molto forte: la zona colpita

Un terremoto di magnitudo 4.7 ha colpito l’est dell’Austria, con epicentro nel comune di Schottwien, a sud-ovest di Vienna.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha riportato che la scossa è avvenuta a una profondità di sei chilometri. Nonostante l’ampiezza della magnitudo, al momento non sono stati segnalati danni a cose o persone nella zona interessata.

Questa scossa sismica è solo l’ultima di una serie insolita che ha colpito la regione a partire dal 13 gennaio. In particolare, la zona di Tirolo, di solito a basso rischio sismico, ha registrato una significativa attività sismica.

La scossa più intensa, di magnitudo 4.0, è stata avvertita anche in Germania il 23 gennaio. Da allora, la regione ha continuato a essere sottoposta a una serie di terremoti, con oltre 60 eventi sismici registrati nei sismografi della Pillerseetal, nel Tirolo orientale, dall’inizio del mese.

La sismologa locale ha definito questa serie di terremoti come “molto insolita”, caratterizzata da tremori consecutivi di magnitudo relativamente elevata.

La popolazione ha avvertito solo circa una ventina di questi eventi, ma l’incertezza persiste sulla possibile evoluzione della situazione. Secondo la sismologa, teoricamente, la situazione potrebbe calmarsi nel tempo, ma non si può escludere la possibilità di ulteriori terremoti nelle prossime settimane.

La situazione attuale richiama alla mente un evento storico: nel 1921, la stessa zona ha vissuto una serie simile di terremoti che ha perdurato per oltre cinque mesi.

Questo precedente storico solleva interrogativi sulla natura ciclica di tali eventi sismici in questa regione, portando gli esperti a considerare la possibilità di un periodo di attività sismica prolungata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *